13.06.2013, lettera tra Cielo e terra

Padre mio,

Tu dici che non ti dimentichi di nessuno di noi e che siamo disegnati sulle palme delle tue mani (cfr Isaia 49,15-16) Queste tue Parole sono molto consolanti perché la vita è dura e non è difficile essere tentati allo scoraggiamento.

Voglio riflettere per cercare il significato profondo dell’essere “disegnati sulle palme delle tue mani”. Prima di tutto le mani sono facilmente visibili, al contrario della schiena che possiamo vedere solo con l’ausilio di uno specchio. Possiamo vedere molto bene le mani, perché possiamo avvicinarle agli occhi. E poi le vediamo anche quando eseguiamo qualche lavoro. Tutto questo mi fa ricordare che noi siamo sempre sotto il tuo Sguardo Benevolo e che ci siamo tutti.

 Piccola mia, le espressioni della Bibbia, ognuna di esse, ha infiniti significati, tutti concordanti tra di loro, perché la mia Parola è Infinita ed è Amore. Con insistenza invito il mio popolo a nutrirsi della mia Parola, perché non soffra d’inedia spirituale. Tutti hanno bisogno di nutrirsi vero? Ebbene, la mia Parola nutre l’anima, perché è Vita. Non trascurate, dunque, la Parola, la Santa Messa, i Sacramenti e la preghiera: ve lo dico per il vostro bene. 

 La Parola dona sempre luci nuove a chi le cerca. Tu hai notato che ho detto che siete disegnati sulle palme delle mie mani e questa espressione ha dato benessere all’anima tua. Hai considerato che parlo a tutti e questo ti ha confortato  anche a riguardo dei fratelli che vivono dure prove. Hai accolto e custodito la mia Parola, che ha dato il suo frutto, in quanto viva e vera.

 Hai notato che dico che siete disegnati su tutte due le mani e non su una sola. Anche questo ha un senso, se pensi che le mani servono per fare molte cose. La mente serve per progettare e le mani servono per realizzare. Considera il grande lavoro che hanno svolto e che svolgono le tue piccole mani e pensa quanto infinitamente  più grande è il lavoro svolto dalle mani di Dio. E voi ci siete disegnati, non a caso, ma perché Dio opera insieme a voi per realizzare il suo Progetto di salvezza personale e universale. Siete disegnati su entrambe le mani, perché partecipate a tutte le opere di Dio, vostro Padre, che IO SONO. Infatti con una mano sola non si può fare tutto quello che si fa con entrambe le mani e voi, da quando siete stati creati, partecipate della mia Vita e, di conseguenza, delle mie Opere. Ciascuno per la sua parte.

 Qui, però, bisogna fare un distinguo, perché ci sono figli che vogliono collaborare con Me e figli che non lo vogliono, ciononostante tutti sono disegnati sulle palme delle mie mani, perchè Io agisco per mezzo di tutti e  sono presente in tutti.

Comprendi anche tu che chi collabora con Me riceve e riceverà lauta ricompensa, mentre chi mi contrasta è e sarà castigato. Io sono un Padre Buono per tutti e anche quando correggo esercito Giustizia e Misericordia.

 E’ scritto: “E’ per la vostra correzione che voi soffrite! Dio vi tratta come figli; e quale figlio non è corretto dal padre?”  (Ebrei12,7)

Certo, ogni correzione, sul momento, non sembra causa di gioia, ma di tristezza; dopo però arreca un frutto di pace e di giustizia a quelli che per suo mezzo sono stati addestrati.” (Ebrei 12,11)

 Queste Parole devono confortarvi anche a riguardo di quei fratelli che stanno vivendo durissime prove, mentre continuate ad esercitare la carità fraterna nei loro confronti. Tutti avete una croce da portare in questa vita ed avete bisogno di purificazione. Nessuno si creda migliore di un altro.

Nulla possa spegnere la vostra speranza ed esonerarvi dall’esserne messaggeri, perchè siete disegnati sulle palme delle mani del vostro Dio, che vi ama e vi guida nelle sue Vie di salvezza. 

 Anche voi che volete conoscermi, amarmi e servirmi avete la croce da portare e siete chiamati a prenderla ogni giorno, dando buona testimonianza della vostra fede, a gloria del vostro Dio.

 

Piccola figlia mia, continua a scrutare la mia Parola e nutriti abbondantemente di Essa, per ricevere sempre Luci nuove, affinchè la tua Luce diventi più potente per illuminare le tenebre che ti circondano.

 Sei disegnata sulle palme delle mie mani: oggi hai bisogno di nutrirti di queste mie Parole per conservare la Pace nel tuo piccolo cuore tentato alle preoccupazioni della vita.

 Grazie, Padre Buono, grazie di essere come TU SEI. Non stancarti di attirarci a Te, perché sei un Dio Misericordioso, lento all’ira e grande nell’Amore. Per i meriti di Gesù Cristo, nostro Signore, accorcia il tempo della prova ed allevia le sofferenze dei tuoi figli, con il balsamo del tuo Amore. Sii sempre benedetto, o Padre, da tutte le tue creature.

 
13.06.2013, lettera tra Cielo e terraultima modifica: 2013-06-15T04:58:44+00:00da dio_amore

Lascia un commento