22.02.2012 – Tempo di conversione

!cid_01c501c9313f$29ff2ee0$0a01a8c0@asus.jpgAnima mia, è sempre momento di conversione, ma ci sono dei tempi particolari in cui Santa Madre Chiesa esorta, in modo speciale, alla riconciliazione con Dio. Oggi inizia la Quaresima e tanto avrebbe da dirti il tuo Maestro in merito, ma sei piccola, anima mia. Accogli, dunque, questo piccolo insegnamento, che piccolo non è, perché proviene dal tuo Dio.

 

Una persona semplice, tua contemporanea, si recò presso un ufficio a compiere un’operazione a pagamento. Pagò in contanti con un importo maggiore e, quando le diedero il resto, si accorse che era meno di quanto le era dovuto. Subito contestò il resto, ma l’impiegata era convinta di aver dato il giusto. Allora quest’ultima, per risolvere la contestazione, chiese il numero di telefono perché, se alla sera, alla chiusura della cassa, avesse trovato quella differenza, l’avrebbe potuta restituire alla cliente.

In effetti quella somma fu trovata alla chiusura dei conti, ma l’impiegata pensò tra sé: “Se rendo il dovuto, faccio pure la figura di avere sbagliato di fronte a tutti. Meglio che metta in tasca quella banconota, in fin dei conti vale tanto la mia parola quanto quella della cliente, ed è un importo piccolo, per cui questo episodio sarà presto dimenticato.” Così fece.

 

La cliente, convinta di essere nel giusto aspettava quanto le era dovuto e si rattristò quando capì che non aveva ricevuto giustizia. In un primo momento fu tentata di andare dal capufficio solo per segnalare l’episodio, senza reclamare il denaro. Poi, pensò tra sé: “Se il Signore ha permesso questo, è perché io ne tragga insegnamento e giovamento, ma ora non capisco e sento tanta tristezza nel cuore”. Poi pregò: “Signore, cosa vuoi che io faccia?”

Il Buon Dio non fece attendere la risposta e cominciò ad ammaestrare la piccola anima che voleva praticare le Sue Vie.

 

Disse al suo cuore attento:

 

“Gli uomini ti hanno usato un’ingiustizia e tu hai un’ottima opportunità. Ora sta a te far sì che questo “male” sia trasformato in “bene” per te e per gli altri. Sta a te scegliere se comportarti come si comportano gli uomini del mondo, oppure come si comportano i figli di Dio. Questa tristezza che senti nel cuore puoi far sì che diventi gioia nel tuo Signore. Scegli il bene e cerca la gioia che viene dal mettere in pratica la Parola di Dio.

 

·         Perdona chi col suo comportamento disonesto non ti ha dato quanto dovuto e ha messo in dubbio la tua onestà di fronte agli altri. Perdona, sapendo che il Padre, per mezzo di questo tuo atto di perdono, perdonerà davvero, non solo lei, ma anche te dalle tue colpe. Considera che il Perdono di Dio giunge sulla terra, in Cristo Gesù, per molte Vie e non si limita a una o due persone, ma si estende nel Corpo Mistico. Il tuo perdono cristiano è arma potente e vincente nel combattimento contro le forze del male.

 

·         Benedici e prega per chi è nell’errore e nelle tenebre. Quando vedi il peccato del tuo fratello, ricorda che anche tu non sei senza peccato e innalza la tua umile preghiera al Cielo, dove regna il Padre di tutti, che non fa differenze per nessuno.
E’ scritto:
“perché osservi la pagliuzza nell’occhio del tuo fratello, mentre non ti accorgi della trave che hai nel tuo occhio?” (Matteo 7,3). E ancora: “ Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei”. (Giovanni 8,7). Chiedi a Dio, tuo Padre, perdono e benedizione per te e per chi ti ha fatto torto, chiedi perdono e benedizione per tutti. Benedici il tuo Dio che è sempre attento ad ascoltarti, sempre pronto a beneficarti e sempre Buono e Misericordioso verso tutti. Rinnova la tua consacrazione e i tuoi buoni propositi di conversione.

 

Se tu fai così, sentirai la tristezza fuggire dal tuo cuore, per lasciare posto a una grande dolcezza, perché avrai messo in pratica la Volontà del Padre tuo.

E’ scritto: “Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa la volontà del Padre mio che è nei cieli.” (Matteo 7,21)

E ancora:Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».(Luca 11,28)

Rimane da considerare l’aspetto pratico della questione, cioè l’importo che la persona ha momentaneamente perso. Io ti dico che quello è diventato “debito di Dio”.

Anima mia, il tuo Dio è Misericordioso, ma è anche Perfettamente Giusto e stai certa che per Vie sconosciute farà ritornare quell’importo, maggiorato di lauta ricompensa. Non usa tra di voi che il genitore si assuma personalmente i debiti dei suoi figli minorenni? E che paghi i danni che questi fanno al prossimo? Ebbene, anche Dio, tuo Padre, rende giustizia ai suoi figli e ti assicuro che le ricompense che elargisce sono ben più grandi di quanto oseresti sperare, anche se molto spesso rimangono invisibili agli occhi degli uomini. Allora molti parlano di “fortuna” e non pensano che tutto quello che accade è voluto o permesso da Dio, Padre di tutti gli uomini.

 

Per essere beata, piccola anima, osserva queste Parole: “Non conformatevi alla mentalità di questo secolo, ma trasformatevi rinnovando la vostra mente, per poter discernere la volontà di Dio, ciò che è buono, a lui gradito e perfetto.” (Romani 12,2).

Io ti ho portato un esempio e ti chiedo di cercare la Volontà di Dio. Facendo così cercherai la gioia e la troverai nel mettere in pratica la Parola del tuo Dio.

 

E’ scritto: “Se possibile, per quanto questo dipende da voi, vivete in pace con tutti. Non fatevi giustizia da voi stessi, carissimi, ma lasciate fare all’ira divina. Sta scritto infatti: A me la vendetta, sono io che ricambierò, dice il Signore.(Romani 12,18-19) E ancora :Non lasciarti vincere dal male, ma vinci con il bene il male. (Romani 12,21)

 

Anima mia, a volte ti chiedi cosa devi fare per seguire il tuo Gesù e quali cambiamenti devi apportare nelle tue giornate, per mettere in pratica i suoi Insegnamenti. Io ti ascolto e sempre ti rispondo nel segreto del tuo cuore.

Non andare in cerca di cose grandi, più alte di te, ma cerca di vivere cristianamente ogni giorno che ti viene donato. Poni particolare attenzione al dovere del tuo stato e alle persone che Dio ti ha posto vicino: nella tua famiglia, prima di tutto, e poi nel tuo lavoro, nella tua parrocchia e nel tuo paese. Accogli il Dio che viene nelle vesti del tuo prossimo.

Ricorda che “ chi è fedele nel poco, è fedele anche nel molto; e chi è disonesto nel poco, è disonesto anche nel molto”. “(Luca 16,10)

 

L’esempio che ti ho riportato e il comportamento che ti ho suggerito possono farti vivere le seguenti Parole: “ Bene, servo buono e fedele, gli rispose il padrone, sei stato fedele nel poco, ti darò autorità su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone.”(Matteo 25,23)

 

Anima mia, è tempo di conversione. Misericordia Io voglio da tutti coloro che mi seguono.

Ancora oggi ripeto : “ Ma guai a voi, farisei, che pagate la decima della menta, della ruta e di ogni erbaggio, e poi trasgredite la giustizia e l’amore di Dio. Queste cose bisognava curare senza trascurare le altre.” (Luca 11,42)

 

Collabora con Dio, tuo Padre, per la conversione del tuo cuore e della tua vita.

E’ tempo di conversione: è tempo di esercitare fede, speranza e carità, senza trascurare quei segni esteriori che devono essere segno di un vero cambiamento interiore.

 

Io sono il Buon Pastore che guida le sue pecore alla gioia vera, presente e futura.

 

“Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà più fame e chi crede in me non avrà più sete.” (Giovanni 6,35)

Vieni, anima mia, riposa sul mio Cuore come il discepolo prediletto.

 

Gesù, Buon Pastore.

22.02.2012 – Tempo di conversioneultima modifica: 2012-02-25T06:13:25+00:00da dio_amore

Lascia un commento