Intervista su Medjugorie

4--.jpg

INTERVISTA A PADRE AMORTH SU MEDJUGORJE:

G:Si aspetta un chiarimento della Chiesa?

A:Non mi aspetto proprio nulla e la commissione teologica dorme; a mio parere è del tutto inutile.

Ritengo che l’episcopato jugoslavo abbia già detto l’ultima parola quando ha riconosciuto Medjugorje come luogo di pellegrinaggio internazionale, con l’impegno che i pellegrini vi trovino l’assistenza religiosa (Messe, confessioni, predicazione) nelle loro lingue. Desidero essere chiaro.

Occorre distinguere tra il fatto carismatico (le apparizioni) e il fatto culturale, ossia l’accorrere di pellegrini. Un tempo l’autorità ecclesiastica non si pronunciava sul fatto carismatico, salvo in caso di imbrogli. E a mio parere non è necessario un pronunciamento che, oltre a tutto, non impegna ad essere creduto.

Se Lourdes e Fatima non fossero state approvate, avrebbero l’identico afflusso.

G:Come vede il futuro di Medjugorje?

A: Lo vedo in crescente sviluppo.

Non si sono moltiplicate solo le case di accoglienza, come pensioni e alberghi; ma si sono moltiplicate anche opere sociali stabili, e la loro costruzione è in crescendo.

Del resto il bene che deriva ai pellegrini di Medjugorje è un fatto che ho constatato in tutti questi vent’anni.

Conversioni, guarigioni, liberazioni da mali malefici, non si contano e ne ho molte testimonianze. Perché anch’io guido a Roma un gruppo di preghiera in cui, l’ultimo sabato di ogni mese, si vive un pomeriggio così come lo si vive a Medjugorje: adorazione eucaristica, spiegazione dell’ultimo messaggio della Madonna (che sempre ricollego a un passo del Vangelo), rosario, S. Messa, recita del Credo con i sette Pater, Ave Gloria caratteristici, preghiera finale. Partecipano sempre 700 – 750 persone.

Dopo la mia spiegazione del messaggio si lascia spazio per testimonianze o domande.

Ebbene, ho sempre notato questa caratteristica di chi va in pellegrinaggio a Medjugorje, ognuno riceve ciò di cui ha bisogno: un’ispirazione particolare, una confessione che dà una svolta alla vita, un segno ora quasi insignificante e talvolta miracoloso, ma sempre conforme al bisogno della persona.


https://www.facebook.com/pages/Medjugorje-tutti-i-giorni/413091905426372

Intervista su Medjugorieultima modifica: 2013-10-27T05:21:00+00:00da dio_amore

Lascia un commento