Domande e risposte, settembre 2011

Domanda: Qualora siano presenti persone vittime di malefici, e lo si ignora ci si espone a conseguenze malefiche? Avere contatti fisici con queste persone, strette di mano con loro per esempio può essere pericoloso?

Don Amorth: No. Solo in casi rarissimi ci sono persone che anche senza volere trasmettono negatività, ma questo è dappertutto. Sono venticinque anni che sono esorcista e vi dico che non bisogna badarci.

Domanda: Qual è la differenza tra l’angelo custode e spirito guida?

Don Amorth:  Semplicissimo: l’angelo custode esiste e io lo prego tanto, ventiquattr’ore al giorno sta con noi, lo spirito guida non esiste, è nella testa di certe teste svitate. Ecco la differenza. Vi sembra chiara la risposta?

Domanda: Aprendo accidentalmente un sito su internet sono comparse una serie di immagini di trapassati, alcuni dei quali erano veramente angoscianti. Durante la notte mi sono svegliata terrorizzata, perché sentivo dei lamenti spaventosi provenire dalla stanza accanto, ora le domando: “E’ possibile che gli spiriti dei trapassati possano passare per via telematica?

Don Amorth: No, non è possibile! Quelli che sono all’Inferno soffrono e ci stanno, quelli che sono in Purgatorio e in Paradiso, pregano per noi, ci seguono e ci riconosceremo quando andremo lì. Avete presente quando Gesù dice: “Si fa più festa in Cielo per un peccatore pentito che per 99 giusti”. Quindi gli angeli e le persone che sono in Paradiso se ne accorgono e pregano per noi. Bastava che questa persona che ha visto su internet queste cose girasse e cambiasse perché lì c’è di tutto e cose anche orrende. Mi dicono che a fare il mio nome ce n’è da leggere per 2 giornate. Guardate un pò dove vado a finire.

Domanda: Se si scopre di essere stati per tanti anni fidanzata con uno stregone che pratica malefici, fatture e di essere stata vittima dei suoi malefici, oltre ad essere stata vicino ai sacramenti, alla messa, e alla preghiera col rosario, vorrei chiedere se devo buttare tutti gli indumenti appartenuti a lui? E i miei oggetti usati da lui? E i regali anche quelli acquistati in mia presenza dietro suo consiglio perché possono essere maleficiati da lui? E la gatta? Potrei farla benedire e tenerla con me che per me è come rinunciare a una figlia?

Don Amorth: Certo, devi buttare tutto. Alla gatta pure devi rinunciare, perchè è sua, e te l’ha data lui. Quando ci si accorge di essere stata fidanzata per anni con uno stregone e di averne ricevuto delle conseguenze, bisogna troncare subito con tutto quello che aveva a che fare con lui, non si scappa o non ci si salva se non si è scaltri.

Domanda: Come intendere la preghiera per i defunti recitando il rosario?

Don Amorth: Quando le parole della seconda parte dell’Ave Maria dicono: “Prega per noi peccatori…” e le parole del Padre Nostro: “Dacci oggi il nostro pane quotidiano non ci indurre…” sono parole che riguardano solo noi e allora possiamo recitarle per i defunti, perché invochiamo l’intercessione di Dio e di Maria e non importa se ci sono frasi che riguardano solo noi, invochiamo l’intervento divino a favore dei defunti. Gloria Polo, che molti di voi conoscono perché è venuta in Italia e molti di voi hanno ricevuto il suo libretto che è molto interessante da leggere e attendibile secondo molti sacerdoti, ha vissuto un’esperienza di premorte e racconta il contatto che ha avuto andando in Paradiso, Purgatorio, Inferno. Sono tremende le descrizioni che lei fa sull’Inferno e confermate dalla descrizione che ci fa Santa Faustina dell’Inferno, la Santa che ha divulgato la preghiera a Gesù Misericordioso, anche lei c’è stata e ha dato descrizioni analoghe, vere. Nel corso della sua testimonianza parla del demonio che si inginocchia alla presenza di Dio e della Madonna. Cosa dice la Chiesa al riguardo? Come mai il demonio si inginocchia dinanzi al Signore? Lo bestemmia, ma è costretto a inginocchiarsi e San Paolo nel suo inno cristologico della lettera agli Efesini dice: “Cristo, non badando alla Sua grandezza di Dio, si è fatto Uomo, e si è fatto ubbidiente fino alla morte di croce. Per questo Dio gli ha dato un Nome che è al di sopra di ogni altro nome” e al Nome di Gesù si inginocchiano tutte le creature in terra e sotto terra. Anche i dannati, anche i demoni di fronte a Gesù Cristo e al Suo Nome, di fronte al Nome della Madonna sono costretti ad inginocchiarsi.

Domanda: Le anime del Purgatorio, soprattutto quelle dei nostri cari defunti, se vivono ormai in Dio, possono essere contenti per noi? E in che modo? Possono suggerirci le azioni da compiere? E in che modo? Come capire se si tratta di ispirazioni che provengono da loro o da altre entità del nostro subconscio?

Don Amorth: Tenete presente il dogma della comunione dei santi? Non possono direttamente parlare con noi, suggerirci le cose, ma pregare per noi sì, perché il Signore ci illumini. Ci aiutano sempre attraverso Dio, non direttamente. Avete presente quella parabola stupenda del ricco epulone che dall’Inferno dice a Lazzaro di andare dai suoi genitori e dai suoi cinque fratelli per avvertirli che lui era lì e che dovevano cambiare vita. No! Hanno la Bibbia e i Profeti, hanno la Sacra Scrittura e la Chiesa. Ma quelli non ci credono. Se invece si presentasse a loro un morto crederebbero? No, non crederebbero, perché non credono alla Sacra Scrittura e all’insegnamento dellla Chiesa. Avete presente il III° segreto di Medjugorje? Un segno meraviglioso che i veggenti hanno visto e la Madonna ha detto: “Molti si inginocchieranno davanti al segno, ma non crederanno”, perché il Signore ci ha creati liberi e non ci dà mai qualche cosa che ci costringa a credere, no! Vuole che noi ci mettiamo il nostro libero arbitrio.

Domanda: La Madonna ha detto a Medjugorje in un messaggio che per ascoltare bisogna fare silenzio interiore. Dove si genera? Come si deve fare?

Don Amorth: Mettersi in un luogo abbastanza appartato, in casa nostra, in una chiesa, cacciare via ogni altro pensiero, guardare Gesù, guardare Maria e basta. E’ famosa, lo sapete già, quell’episodio del santo Curato D’Ars, di quel vecchietto che passava ore e ore in chiesa e una volta il curato per curiosità gli domandò: “Buon uomo, ma che cosa dite al Signore in tutto questo tempo?” “Niente, Lui mi guarda e io lo guardo”. E’ vero. Se andate a santa Anastasia o in altre chiese dove è esposto il Santissimo, anche a san Giovanni in Laterano, provate a stare lì, seduti senza dire niente, il Signore parla. Ve l’ho già detto un’altra volta, di una donna che si lamentava con il suo parroco: “Prego tanto, ma Lui non mi dice mai niente” e il parroco rispose: “Per forza, parli sempre tu, ascolta!”

Domanda: In un altro messaggio la Madonna ha detto a Medjugorje: “Pregate tutto il giorno e state in contatto con il Cielo”. Ma come facciamo? Si tratta di dire sempre delle giaculatorie, di pensare a Gesù, Maria e i santi con amore? Come possiamo mettere Dio al primo posto?

Don Amorth: “Pregate sempre senza stancarvi mai. E’ sufficiente ogni tanto un pensiero e ci si fa l’abitudine. Il più delle volte mamme di famiglie pregano. Un vescovo e mio amico ha detto che le persone più sante che ha incontrato sono mamme di famiglia che con tutto il da fare che hanno, vivono unite al Signore, offrono tutto al Signore, in una preghiera continua. Padre Pio ne diceva anche 50-60 rosari al giorno, ma padre Pio era Padre Pio e una volta gli scappò: “Ma non sapete che posso fare tre cose contemporaneamente?” Quando è andato in spirito a San Pietro lo hanno riferito al papa che non voleva crederci, ma gli hanno detto che don Orione lo confermava e allora credette.

Domanda: Don Amorth una volta lei ha spiegato bene che lo Spirito Santo è Amore. Come può una creatura nel suo cuore sentire lo Spirito Santo come fuoco e come dolcezza?

Don Amorth: Non è con la sensibilità, ma con la fede. Qualche volta il Signore può darci dei momenti di gioia interiore, ma non è necessario. Il Signore ci chiede fede, perché senza la fede non valiamo niente. Se il Signore non ci ascolta è perché non preghiamo con fede o perchè non preghiamo con insistenza oppure non è una preghiera giusta per te, e allora il Signore ti dà altro.

tratto da: http://www.centroreginadellapace.it/html/relazione.php

Domande e risposte, settembre 2011ultima modifica: 2011-11-01T08:10:51+00:00da dio_amore

Lascia un commento